notizia

Le proposte degli ETF su VanEck, Bitwise e Wilshire Pheonix Bitcoin sono nuovamente rinviate dalla US Securities and Exchange Commission


VanEck, Bitwise e Wilshire Phoenix sono stati tutti rinviati dalla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti per la loro proposta ETF. Secondo un avviso emesso dal regolatore il 12 agosto 2019, il comitato ha deciso che la scelta più coerente era quella di studiare ulteriormente le proposte e i mercati prima di prendere una decisione. La SEC richiede tempo sufficiente per considerare la stessa proposta.

Ritardare di nuovo, senza sorprese

Questa volta, le aspettative sono state ritardate a causa della volatilità di Bitcoin e della difficoltà di valutare l'ETF da parte dei regolatori.

Come precedentemente riportato da BTCManager, molti partecipanti al settore ritengono che la volatilità e la volatilità degli ultimi tre mesi ostacoleranno la possibilità di approvazione dell'ETF Bitcoin.

Il loro istinto è stato nuovamente ritardato dalla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. Sebbene apparentemente molto negativo in superficie, ci sono alcune inferenze nascoste che sono positive per l'uso delle criptovalute.

La Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti può respingere completamente le proposte dell'ETF e andare avanti; non possono farlo perché non sono ancora sicuri se questo debba essere accettato o rifiutato. Anche se Bitcoin è sceso di quasi il 35% al ​​culmine di questo aggiustamento, la SEC è stata in grado di vedere la volatilità e il valore delle attività, indicando la loro capacità di previsione.

Gli Stati Uniti prendono una posizione positiva

Il governo degli Stati Uniti sta giocando abilmente le loro carte per tutti i cecchini che hanno ricevuto dalla lettera di avvertimento IRS e da numerosi commenti ignoranti da parte di burocrati senior.

Il commissario della Commissione per i titoli e gli scambi degli Stati Uniti, Hester Pierce, ha espresso il desiderio di creare una piattaforma per l'emissione e la vendita di token regolamentati come mezzo per raccogliere fondi. Ciò ha indotto la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti a decidere di rinviare la decisione anziché respingerla completamente.

La regolamentazione delle criptovalute richiede al governo di capire che non hanno alcun controllo su ciò che sta accadendo sulla rete; possono solo decidere come regolare lo statuto per crittografare la rampa di valuta e condurre indagini su attività sospette.

Una regolamentazione attiva contribuirà a promuovere la legalizzazione del settore e misure di buona volontà rafforzeranno soltanto il mercato nero e il commercio illegale.

Fonte di informazione: compilata da informazioni 0x dalle informazioni blockchain. Il copyright appartiene all'autore originale e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da