notizia

Una legge sulle proprietà indiane imbarazzante può condannare gli utenti in possesso di criptovaluta all'estero


Vijay Dalmia, un avvocato anti-criptovaluta dall'India, ha presentato le sue opinioni sulla situazione attuale nel paese su Mondaq il 13 agosto 2019. Vale la pena notare che ha discusso del Benami Act del 1988, che potrebbe portare alla selezione della criptovaluta per gli investitori in criptovaluta. Depositare le loro proprietà con parenti o colleghi in paesi con regolamenti più favorevoli.

Armonia di proprietà e pensiero

Il "Ban Nano Act" del 1988 è stato approvato per impedire alle persone di nascondere i loro beni registrando i loro beni in nome di un'altra persona. La definizione di proprietà in questa legge include tutti i beni che hanno documenti legali o proprietà e se possono essere convertiti in altre forme. Secondo l'ultima caratteristica definita, Dalmia ritiene che la criptovaluta rientri nella giurisdizione dell'atto.

In sostanza, proibisce a una persona di usare i propri soldi per acquistare beni e registrarli a nome di un'altra persona. Se il divieto viene applicato, gli investitori indiani in criptovaluta hanno due opzioni legali: liquidare le loro partecipazioni o trasferirle all'estero.

Tecnicamente, l'ultima opzione può anche essere illegale, poiché il progetto afferma chiaramente che anche le partecipazioni indirette sono soggette a indagini penali. Ma anche se questo aspetto viene cancellato, gli investitori si trovano ad affrontare un ostacolo sotto forma di Bayan Nano Act.

Il conto ha scappatoie

Se il coniuge o i figli vivono all'estero, è possibile trasferire loro beni senza violare la legge Benami. Gli investitori possono sfruttare molte delle eccezioni a questo comportamento, se necessario.

La comproprietà in nome di fratelli, genitori, nonni, figli o nipoti è un'altra eccezione a questo comportamento. Stabilire la proprietà comune nelle criptovalute è facile da dimostrare.

Poiché non esiste un'identità associata all'indirizzo, si può affermare che si tratta effettivamente di un account federato, dimostrando che entrambe le parti possono accedere alla chiave privata. Tuttavia, la decisione dell'investitore dovrebbe essere pienamente esercitata in quanto la modifica della legge del 2016 ha esteso la sanzione a un'ammenda del 25% sul valore di mercato dell'attività e fino a 7 anni di carcere.

I parlamentari indiani presenteranno il progetto di legge alla Camera dei Comuni alla riunione invernale del parlamento [novembre-dicembre 2019]. Molte modifiche possono essere apportate alla bozza prima che venga approvata, ed è possibile, nonostante l'imbarazzo, che la casa la rifiuti.

È giunto il momento per gli appassionati di criptovaluta indiani di svegliarsi e sollevarsi, educando i loro governi sui vantaggi di questa tecnologia.

Fonte di informazione: compilata da informazioni 0x dalle informazioni blockchain. Il copyright appartiene all'autore originale e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da