tecnologia-blockchain

Craig Wright avrebbe falsificato una lettera nel caso Kleiman


Lo scienziato informatico australiano Craig Wright, che afferma di essere l'inventore del Bitcoin, ha una nuova accusa di aver fabbricato documenti fabbricati in tribunale per dimostrare la sua innocenza.

Jonathan Warren, sviluppatore di software per Bitmessage, un sistema di posta elettronica basato su bitcoin, ha testimoniato nel distretto meridionale della Florida il 24 luglio come parte del caso di Kleiman contro Wright. La ragione per cui è apparso è stata una serie di contratti ed e-mail inviati attraverso la piattaforma Bitmessage.

London Summit lancia l'ultima era di valuta estera e tecnologia finanziaria nel 2019 – partecipa ora

La causa sostiene che Wright ha intenzione di rubare bitcoin dai suoi partner commerciali e proprietà intellettuale legate alla tecnologia della criptovaluta. Inoltre, ha forgiato e rintracciato una serie di contratti progettati per trasferire i beni di Dave alla sua azienda.

Sebbene il documento del contratto di fiducia presentato fosse apparentemente nell'ottobre 2012 e la comunicazione di Wright sarebbe stata inviata il 6 e 13 novembre 2012, il proprietario di Bitmessage ha dichiarato che il protocollo di comunicazione non poteva essere utilizzato fino al 19 novembre. Questa differenza cronologica, in una certa misura, determina che Wright può falsificare queste informazioni e fornire documenti giudiziari fabbricati per provare il contratto di fiducia con l'attore.

Gli estratti delle testimonianze di Warren sono i seguenti:

Giudice: Avevi 9 persone che condividevano il software Bitmessage o il codice sorgente con 10 persone prima del 19 novembre 2012?

Warren: No.

A giudicare: il software 13 Bitmessage ha dei tester prima della sua uscita il 14 novembre 2012?

Warren: No.

Giudice: Dove si trova il software del codice sorgente di 17 Bitmessage prima del 19 novembre 2012?

Warren: è sul mio computer di casa e sul mio computer di lavoro.

Giudice: Qualcuno diverso da te può eseguire Bitmessage prima del 19 novembre 2012?

Articolo consigliato

Articolo di ritorno del secondo anno ACY Securities Asia Trading Cup >>

Warren: Judge No. 24: chiunque tranne te può inviare Bitmessage prima del caso 9: 18-cv-80176-BB file 261-1 nel FLST Docket 13/08/2019 Page 9 97 Page 15 2012 19 novembre?

Warren: Il terzo giudice: Qualcuno diverso da te può ricevere Bitmessage entro il 19 novembre 2012?

Warren: Judge No. 7: Se voglio mostrarti un messaggio a 8 bit stampato che non è stato inviato da te, ma è stato presumibilmente inviato prima del 19 novembre 2012, allora Il messaggio è necessariamente forgiato?

Warren: Sì.

Gli sviluppatori di bitmessage hanno aggiunto che se la posta viene inviata tramite un ISP o un servizio di posta basato sul web, la data e l'ora sono generalmente corrette. Tuttavia, se il mittente esegue un server di posta, potrebbe essere in grado di rintracciare un'e-mail, possibilmente impostando l'orologio del PC su una data precedente.

Questo non è il primo Nakamoto auto-disegnato a dimostrare il suo caso presentando un documento giudiziario apparentemente falso. Ad esempio, l'avvocato dell'attore ha consigliato agli scienziati informatici di falsificare alcune e-mail che presumibilmente risalgono al 2011 e al 2012 perché contenevano "metadati" e sono stati recentemente inseriti in essi. Inoltre, il carattere protetto da copyright 2015 appare in un'e-mail che Wright afferma di essere stata inviata nel 2011.

sfondo

Il socio in affari di Wright, Dave Kleiman, ha intentato una causa sostenendo di aver sottratto un possibile patrimonio di $ 10 miliardi. Kleiman è morto nel 2013 dopo essere stato limitato alle sedie a rotelle nel 1995 a causa di un incidente in moto.

Queste accuse implicano la proprietà tra 550.000 e 1,1 milioni di bitcoin, nonché i diritti di proprietà intellettuale per varie tecnologie blockchain.

Dave Kleiman è uno specialista IT di Pam Beach, in Florida. Ha una vasta esperienza in informatica forense e sicurezza. Secondo i documenti del tribunale, il rapporto con Craig Wright è in gran parte nascosto, derivante da una comune ossessione per la criptovaluta e la sicurezza dei dati.

Nel 2015, un'e-mail trapelata da Wright a Kleiman ha mostrato di aver discusso di una nuova forma di moneta elettronica pochi mesi prima della pubblicazione del libro bianco di Nakomoto su Bitcoin nel gennaio 2009.

Poco dopo la sua morte, Wright contattò il fratello di DAI e gli disse che avevano lavorato insieme a un progetto e che Kleinman aveva già sfruttato una grande quantità di bitcoin e aveva chiesto di controllare il suo vecchio file del portafoglio del computer. .

Questo potrebbe fornire a Wright informazioni che solo Satoshi potrebbe conoscere, e fu usato quando Craig cercò di fornire prove del suo vero Nakamoto.

Fonte di informazione: compilato da 0x informazioni da FINANCEMAGNATES. Il copyright è di proprietà dell'autore Aziz Abdel-Qader e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da