notizia

L'ONU indaga sul crimine di criptovaluta della Corea del Nord


Dopo un rapporto sull'hacker dello scambio di criptovaluta nordcoreana il 5 agosto 2019, le Nazioni Unite [ONU] hanno deciso di indagare su 35 attacchi informatici relativi a Pyongyang in 17 paesi.

Corea del Sud: la prima vittima

Secondo l'Associated Press, gli agenti nordcoreani hanno svolto un lavoro migliore attaccando il loro vicino più vicino, la Corea del Sud. Di tutti gli attacchi dettagliati nel rapporto delle Nazioni Unite, si dice che si siano verificati 10 attacchi nel paese. L'India è al secondo posto e tre attacchi hanno riferito di averlo attaccato. Anche paesi in Europa, Medio Oriente, Sud America, America Centrale e Africa sono diventati obiettivi.

Secondo il rapporto, gli attori nordcoreani hanno rubato fondi attaccando la Global Interbank Financial Telecommunication Association [SWIFT] e gli scambi di criptovaluta.

Il gruppo Lazarus della Corea del Nord è responsabile delle violazioni della sicurezza di numerosi scambi di criptovaluta coreani, tra cui Bithumb, YouBit e Coinrail. Bithumb ha subito il colpo più grave: quattro perdite di oltre $ 50 milioni. All'inizio di quest'anno, i clienti di Upbit sono sfuggiti agli attacchi di phishing a Pyongyang.

Nuovi sviluppi nel Cryptojacking

Il rapporto ha anche sottolineato che i criminali informatici della Corea del Nord stanno ottenendo il "dirottamento della criptovaluta", usando malware per infettare i computer e usarli per generare criptovalute senza il consenso dell'utente.

Il rapporto mostra che la Corea del Nord sembra aver ottenuto un successo relativo in questa forma di mining di criptovaluta. Secondo i rapporti, le Nazioni Unite hanno analizzato un pezzo di malware utilizzato per il dirottamento della criptovaluta, finalizzato a estrarre il monero di criptovaluta incentrato sulla privacy. Gli analisti alla fine hanno rintracciato il movimento di questa risorsa sul server della Kim Il Sung University di Pyongyang.

Data la gravità delle sanzioni economiche della comunità internazionale contro il paese, non sorprende che il governo nordcoreano sia costretto a cercare altre fonti di finanziamento.

Il post delle Nazioni Unite sull'indagine sui crimini della criptovaluta nordcoreana è apparso per la prima volta sulla rivista Bitcoin.

Fonte: compilato da 0x informazioni da BITCOINMAGAZINE. Il copyright è di proprietà dell'autore e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da