tecnologia-blockchain

Token bonus: opzioni di ammissibilità del reddito


I token sono generalmente lo stipendio o il bonus di un consulente di progetto ICO / STO. Sebbene debbano mostrarli nella dichiarazione dei redditi, in Polonia non esistono ancora spiegazioni e istruzioni chiare. Abbiamo deciso di analizzare i tipi di token più popolari in modo che i contribuenti polacchi potessero risolvere questi token.

Quando si implementano nuovi progetti come ICO / STO, dipendenti, colleghi e consulenti di solito ricevono premi in token in tutto o in parte. Sto parlando di persone coinvolte nel marketing e nella grafica. Lo stesso vale per il programma di affiliazione. I token vengono generalmente assegnati come "pool di consultazione" al momento dell'emissione. È importante che il prospetto o il white paper indichino il numero esatto di token e il loro valore nominale.

Siamo abituati al fatto che la legge polacca tace sui token e sulla loro classificazione, e quindi mantiene il modo in cui vengono registrate le ricevute. Tuttavia, devi ricordare che quando riceviamo i benefici di qualsiasi lavoro, è soggetto all'imposta sul reddito, proprio come ogni zloty che guadagniamo. La mancata erogazione di tali entrate può comportare che l'ufficio delle imposte avvii immediatamente procedure relative a fonti di reddito non divulgate. Le sanzioni imposte dalle autorità fiscali e i ricorsi contro di loro possono essere molto tesi e costosi. Molte persone non sanno che i token possono essere considerati come entrate. Alcune persone lo sanno molto bene, ma l'ambiguità delle regole significa che non sanno se e come divulgarle. Pertanto, abbiamo deciso di fare riferimento al metodo di regolamento dei titoli più vicini al token selezionato. Quindi come sarebbe il metodo contabile?

Token di titoli come obbligazioni

La ricezione di un token di sicurezza può essere un metodo di pagamento molto redditizio. Non solo riceviamo token che rappresentano un valore particolare, ma in genere paghiamo periodicamente coupon in una forma che li interessa. Di conseguenza, i token di valori mobiliari in molte giurisdizioni [inclusa l'Estonia] sono gestiti allo stesso modo dei titoli [come le obbligazioni]. Quindi, se assumiamo che siano in linea con la definizione di obbligazioni, come dovrebbero essere spiegate in Polonia?

Gli esperti ritengono che se un token di titoli che soddisfa la definizione di obbligazione viene acquistato / ricevuto durante l'emissione iniziale e non viene venduto prima della data di rimborso, non è necessario includerlo nella dichiarazione dei redditi annuale. Inoltre, non è necessario includere gli interessi ricevuti.

Le imposte vengono generalmente riscosse direttamente dall'emittente e detratte dai nostri pagamenti. Tuttavia, a tal fine, l'emittente necessita di informazioni fiscali dettagliate.

Di solito, nel caso di un'obbligazione, è necessario che sia incluso nella dichiarazione dei redditi annuale solo quando viene venduto prima della scadenza. Il profitto dalla vendita delle obbligazioni è confermato in PIT-38. Non importa se l'obbligazione viene acquisita nello stesso anno fiscale o prima, poiché la data di regolamento è importante per la liquidazione del reddito, non il costo di acquisto dell'obbligazione.

Se acquisti obbligazioni sul mercato secondario e le vendi prima della scadenza, gli investitori pagheranno il prezzo di vendita oltre il 19% del costo di acquisto. Se durante questo periodo vengono pagati interessi, anche l'imposta verrà addebitata automaticamente.

Token di equità

Se assumiamo che il token azionario fornisca direttamente o indirettamente al titolare azioni di una determinata società, la liquidazione e il regolamento del reddito obbligazionario sono diversi. Supponiamo che tu debba solo presentare PIT-38 per le azioni della società solo per contributi in contanti, ma devi solo inviarle. Tuttavia, se otteniamo azioni non investite in contanti sotto forma di una non impresa o parte della sua organizzazione, dobbiamo presentare una dichiarazione dei redditi sul modulo PIT-38.

Se le azioni della società vengono ricevute senza indennità, il datore di lavoro del contribuente, ai sensi dell'art., Non è tenuto a mostrare entrate al momento dell'acquisizione. Articolo 24, paragrafo 11, della "Legge sull'imposta sul reddito delle persone fisiche": "I redditi che costituiscono l'eccedenza tra il valore di mercato delle azioni degli aventi diritto e le spese sostenute per l'acquisizione come stabilito nella delibera dell'assemblea generale degli azionisti non sono tassati quando le azioni vengono acquistate; Il principio enunciato in una frase si applica mutatis mutandis al reddito che costituisce l'eccedenza tra il valore del mercato azionario e le commissioni ottenute dalla società con personalità giuridica La società ha ottenuto tali azioni solo ai fini della risoluzione dell'assemblea degli azionisti della società emittente. Trasferire la proprietà a una persona qualificata. Azione ".

D'altro canto, il dipendente è tenuto a tassare i redditi del dipendente ottenuti in questo modo, gratuitamente o in parte, affinché la società consideri le azioni o le vecchie azioni che ha ottenuto sul mercato a fini fiscali, analogamente ad altri benefici per i dipendenti. In questo caso, il dipendente mostra un reddito da lavoro nell'insediamento PIT-37 o PIT-36. Inoltre, se tali azioni vengono cedute, devono presentare una dichiarazione dei redditi PIT-38.

totale

In Polonia, non esistono ancora normative nazionali sul fatturato ICO o STO, ma raccomandiamo di ricordare tutte queste transazioni durante il regolamento annuale – dovremmo ricordare che le sanzioni potrebbero essere nascoste per la non divulgazione delle fonti di reddito. Speriamo che il Ministero delle finanze incontrerà i contribuenti e formulerà garanzie accurate e trasparenti e regole di contabilità dei token azionari.

Questo articolo non è un consiglio fiscale e non può essere utilizzato come base per le decisioni dei contribuenti. Ogni caso dovrebbe essere consultato separatamente da un consulente fiscale professionista.

Il materiale è stato sviluppato in collaborazione con il partner Thompson & Stein.

Thompson & Stein è uno studio legale internazionale specializzato in consulenza legale e fiscale. Le attività dell'azienda includono l'assistenza per ottenere licenze per criptovalute ICO e servizi di consulenza.

Fonte: compilato da BITHUB da informazioni 0x, il copyright appartiene all'autore Thompson & # 38; Stein, senza permesso, non può essere riprodotto da

Fai clic per continuare a leggere