ETHEREUM

Bank of Ireland si rifiuta di testimoniare all'udienza di frode di OneCoin


La direzione della Banca d'Irlanda [BOI] ha negato una testimonianza presentata al governo degli Stati Uniti in un procedimento penale relativo a un programma di riciclaggio di denaro da 400 milioni di dollari usando la criptovaluta fraudolenta di OneCoin.

Nessuna prova volontaria

Secondo il FinFech Financial Times, l'11 ottobre, il governo degli Stati Uniti ha inviato una lettera alla corte il 10 ottobre spiegando che gli Stati Uniti hanno cercato di ottenere testimonianze volontarie in Irlanda la scorsa settimana, ma i testimoni hanno cambiato le prospettive di testimonianza. La vista testimonerà solo. Come risposta alle procedure obbligatorie ai sensi del Trattato di mutua assistenza giudiziaria USA-Irlanda [MLAT].

I quattro testimoni della BOI avrebbero dovuto partecipare al processo contro Mark Scott, l'imputato in custodia, e DAI Sande, capo del BOI Anti-Money Laundering Group, membro del BOI Foreign Direct Investment Group. Ex vicepresidente esecutivo e direttore Deirdre Siant PR. Derek Collins e Greg Begley.

Poiché il caso riguardava il governo centrale irlandese, il governo ha presentato una richiesta MLAT alle autorità per convincere il testimone a testimoniare sulla televisione via cavo.

Partecipazione al programma Piramide crittografica OneCoin

Come precedentemente riportato, Scott è accusato di aver cospirato per riciclare denaro, dal 2016 al 2018, Scott ha approvato una serie di fondi di private equity nelle Isole Vergini britanniche sul conto bancario delle Isole Cayman [chiamato Fenero Fund] Il denaro è stato eliminato da OneCoin per quasi $ 400 milioni.

Scott possiede anche un conto bancario aziendale presso la BOI, dove si dice che abbia incassato oltre 300 milioni di dollari in proventi di frode su OneCoin.

A marzo, i procuratori distrettuali statunitensi hanno accusato il fondatore di OneCoin Konstantin Ignatov e sua sorella Rouge Ignatov di "frode elettronica, frode in titoli e riciclaggio di denaro", presumibilmente tentando gli investitori di investire "miliardi di dollari in criptovalute fraudolente".

Fonte: compilato da 0x informazioni da CRYPTOHAMSTER. Il copyright appartiene all'autore Zhdanov e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da