BITCOIN

Questo è ufficiale: il mining di bitcoin in Cina è ora legale


Il mining di bitcoin in Cina non è più caldo.

Il mining di bitcoin è possibile

Dopo diversi anni di discussioni ripetute, i regolatori in Cina hanno finalmente deciso di consentire al mining di Bitcoin di continuare senza l'intervento del governo. Il paese ha da tempo considerato il processo di vietare nuovi bitcoin per proteggere l'ambiente, anche se sembra che queste preoccupazioni siano diminuite.

I tori hanno pensato che fosse una grande vittoria per la criptovaluta, anche se al momento della stesura di questo articolo, le notizie non sembravano avere alcun impatto serio sul mercato. Ad esempio, Bitcoin viene scambiato a $ 9.200, che è circa $ 100 in meno rispetto al prezzo di ieri.

Il rapporto tra Cina e criptovaluta è molto complicato. Il paese ha vietato la prima emissione di token [ICO] e scambi di criptovaluta all'estero nel 2017 e nel 2018, rispettivamente, sebbene il paese abbia recentemente annunciato l'intenzione di emettere una versione digitale del renminbi supportato dallo stato.

Tuttavia, questi piani non significano necessariamente che il paese diventi improvvisamente un paese di criptovaluta. In tal caso, il renminbi digitale consentirà alla Cina di monitorare tutti gli utenti e comprendere meglio le abitudini valutarie di tutti coloro che lo utilizzano. Di conseguenza, il token è progettato per essere più monitorato e meno in nome dell'innovazione blockchain e criptovaluta.

Il paese ha anche affermato che i token digitali sono un modo per la Cina di competere con Facebook Bilancia [Bilancia]. La Bilancia farà il suo debutto nel 2020.

Anche accettare il mining di bitcoin come una potenziale pratica commerciale può anche essere un token a due facce [scusate]. La Cina è attualmente la sede di due delle più grandi compagnie minerarie di criptovaluta del mondo: Bitmain e Canaan Creative. Ogni azienda può generare miliardi di dollari di entrate ogni anno, non c'è dubbio che la Cina lo saprà, purché queste società presentino dichiarazioni dei redditi.

Il divieto di Bitcoin e mining di criptovaluta significherà che queste aziende dovranno chiudere completamente o fare i bagagli e trasferirsi fuori dal paese. Ogni azione può far perdere ogni anno alla Cina notevoli entrate fiscali.

Allo stesso tempo, alcuni potrebbero sostenere che la Cina sta davvero cambiando il suo atteggiamento nei confronti delle tecnologie legate alla criptovaluta. Di recente, il presidente Xi Jinping ha pubblicato una recensione in cui afferma che la blockchain ha la capacità di rilanciare l'economia cinese e spera di spingere l'innovazione blockchain in tutto il paese nei prossimi mesi.

Futuro tempo felice

Diversi analisti sono felici per l'improvviso cambiamento in Cina. Mati Greenspan, analista senior di e-Toro, ha dichiarato:

Xi Jinping ha annunciato che la Cina dovrebbe "cogliere l'opportunità" blockchain è lo spartiacque del settore. Mette la questione del pagamento in primo piano nella guerra commerciale globale e fornisce un enorme supporto per l'intero settore delle criptovalute.

Tag: Bitcoin Mining, Cina, Xi Jinping

Fonte: compilato da 0x informazioni da LIVEBITCOINNEWS. Il copyright appartiene all'autore Nick Marinoff e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da