tecnologia-blockchain

Germania: Blockchain per l'efficienza energetica


Blockchain efficienza energetica

In Germania, i liberaldemocratici intendono utilizzare le criptovalute per premiare chiunque rimuova l'anidride carbonica o altri gas serra dall'atmosfera. Pertanto, nel compito scoraggiante di proteggere l'ambiente e migliorare l'efficienza energetica, la blockchain può essere un alleato chiave.

Secondo il portale di notizie Welt, il partito ha appreso che non è più sufficiente limitare il rilascio di anidride carbonica nell'atmosfera: per rallentare il riscaldamento globale, il mondo dovrà iniziare a eliminare i gas serra già emessi.

Pertanto, propone di creare una nuova criptovaluta chiamata Arbil. I sistemi peer-to-peer riducono i costi e aumentano la fiducia e la sicurezza nelle transazioni. Anche le Nazioni Unite ne sono consapevoli, considerando che la sua UNFCCC ha recentemente annunciato che supporterà una piattaforma blockchain per sfruttare appieno il suo enorme potenziale per migliorare il controllo e la riduzione delle sostanze nocive nell'atmosfera e per aumentare la ricerca di fondi. Finanziamento di progetti ambientali.

Il direttore generale di BCI Alastair Marke ha sottolineato in una recente conferenza internazionale che "i contratti intelligenti possono automatizzare i pagamenti agevolati, rendendo più facili da ottenere i progetti più piccoli e ad un costo inferiore, come recentemente il direttore generale di BCI Alastair Marke Come affermato alla conferenza internazionale, vi sono rischi per gli investitori.

Le applicazioni di tokenizzazione del credito al carbonio sono state sviluppate per facilitare il monitoraggio, la comunicazione e la convalida dei dati per compilare inventari e crediti dei gas a effetto serra.

Inoltre, l'uso di energia rinnovabile per generare denaro può significare che chiunque installi pannelli solari può vendere energia in eccesso attraverso la rete intelligente.

La possibilità di ottenere incentivi economici diventerà un incentivo al profitto e porterà all'uso diffuso delle energie rinnovabili. L'uso di blockchain per il settore energetico consentirà la produzione / fornitura di energia dove e quando necessario, con benefici significativi per i flussi di energia, tra cui:

Ridurre significativamente i costi di produzione; ridurre significativamente i costi di trasmissione e le perdite associate; ridurre significativamente i costi e le perdite di distribuzione; le soluzioni IoT ottimizzano anche i consumi.

Secondo i dati forniti dal servizio “Pubblicazioni statistiche” di Terna, la domanda di elettricità in Italia nel 2018 è stata di 321,4 TWh [+ 0,3% nel 2017], di cui l'86,3% è stato coperto dalla produzione domestica [277,5 TWh: -1,9% nel 2017]. Il resto sono importazioni nette dall'estero [43,9 TWh: + 16,3% nel 2017].

Il prodotto interno lordo equivale a 289,7 TWh e l'energia rinnovabile rappresenta il 33,5% [+ 25,7% rispetto al 2017]. La capacità disponibile delle attuali energie rinnovabili è di 54,1 GW di capacità totale e 53 GW di capacità netta. Per i motivi di cui sopra, il fatto che sempre più energia provenga da fonti rinnovabili rende la tecnologia blockchain sempre più importante nel campo dell'efficienza energetica di Steve Wozniak [Steve Wozniak] Anche il progetto co-fondato Efforce è attivo in esso.

In effetti, uno degli aspetti più interessanti è che la griglia può diventare più democratica con la tecnologia blockchain: questo porterà a cambiamenti storici tra il sistema attuale e il sistema futuro, rendendo i consumatori una produzione Coloro che possono non solo ricevere energia, ma anche generare energia, e lo scambio sarà sempre più associato a strutture come reti intelligenti e microgriglie.

Dopo la Germania: la blockchain per migliorare l'efficienza energetica è apparsa per la prima volta nello "scienziato monetario crittografico".

Fonte: compilato da 0x informazioni da CRYPTONOMIST. Il copyright è di proprietà dell'autore Vincenzo Cacioppoli e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da