BITCOIN

La Tunisia utilizzerà la blockchain per emettere moneta nazionale elettronica Dina


La Tunisia utilizzerà la blockchain per pubblicare illustrazioni elettroniche di valuta nazionale di Dina

La start-up ICO della Russia, Universa, emetterà e gestirà la valuta digitale della banca centrale in Tunisia.

La Tunisia è diventata il primo paese a iniziare a spostare la sua valuta nazionale sulla piattaforma blockchain. L'agenzia di stampa russa Tass ha riferito il 7 novembre che la startup russa ICO Universa aiuterà a distribuire e gestire la valuta digitale della Banca centrale [CBDC] in Tunisia.

Si prevede che l'e-learning sarà più trasparente e meno costoso da pubblicare

La Banca centrale tunisina ha annunciato che il dinaro tunisino ha iniziato a essere digitalizzato e il CBDC supportato da carta verrà rilasciato sulla blockchain dell'Universa.

Inoltre, è stato riferito che Universa riceverà anche una certa percentuale di tutte le transazioni con "transazioni elettroniche", che saranno visibili alla banca centrale del paese.

Tuttavia, il fondatore e CEO dell'Universa Alexander Borodich ha sottolineato che questa forma di moneta elettronica non può essere considerata una vera criptovaluta.

Il CBDC o e-dinar sarà supportato da banconote e di proprietà statale. Tuttavia, la blockchain non solo impedisce la contraffazione, ma rende anche la distribuzione più economica e più trasparente. Borodich disse:

"Le banconote digitali non possono essere contraffatte: ogni banconota è protetta dalla tecnologia delle criptovalute, così come le sue banconote di carta hanno le loro filigrane digitali. Inoltre, la produzione di tali banconote è più economica dello spreco di carta, elettricità ed elettricità durante il processo di stampa. 100 volte. "

Pertanto, il Paese non emetterà nuova valuta. Invece, una parte delle sue riserve sarà semplicemente trasferita alla piattaforma e i cittadini saranno in grado di scambiare moneta elettronica con la propria valuta fisica.

La valuta digitale cambierà il modo in cui operano le banche private

Borodich si aspetta che la valuta digitale cambi il modo in cui operano le banche private. Tutta la valuta fisica rimarrà nella banca centrale, mentre le banche commerciali forniranno solo servizi e competeranno sulla qualità dei servizi forniti.

Questa non è la prima collaborazione tra il governo tunisino e l'università. Come riportato da Cointelegraph alla fine dello scorso anno, l'autorità tunisina di Internet guidata dal governo ha firmato una partnership strategica per servire le start-up.

Allo stesso tempo, come riportato da Cointelegraph all'inizio di questa settimana, l'UE sta anche prendendo in considerazione l'emissione della propria valuta digitale.

Fonte: compilato da 0x informazioni da BITCOININSIDER. Il copyright appartiene all'autore Anonimo, senza autorizzazione, non può essere riprodotto da

Fai clic per continuare a leggere da