notizia

Co-fondatore di Ethereum: spero di poter comunicare con la criptovaluta cinese


Co-fondatore di Ethereum: spero di poter comunicare con l'illustrazione della criptovaluta cinese

Joseph Lubin, co-fondatore di Ethereum e fondatore di Consensys, ha detto che spera che la valuta digitale della banca centrale cinese [CBDC] consentirà l'interoperabilità con blockchain pubbliche senza licenza, incluso Ethereum .

Ethereum è "un virus molto positivo"

Rubin ha tenuto un discorso in un'intervista con Forbes il 9 novembre. Ha spiegato:

"Penso che questo sarà esattamente ciò che i leader cinesi ritengono più vantaggioso per i leader cinesi. Spero che possa anche essere aperto, possiamo interagire con esso, ma non lo so."

Inoltre, Rubin ha aggiunto che spera di vedere la Cina più coinvolta nell'ecosistema Ethereum. Ha citato il caso di una piattaforma commerciale basata sulla blockchain "Belt and Road" e ha sottolineato che utilizza una "tecnologia più debole" rispetto alle blockchain pubbliche come Ethereum. Ha detto:

"Sono molto felice di aiutare la Cina a ottenere esperti tecnici di Ethereum. L'idea principale di […] è che Ethereum è il più potente della tecnologia blockchain e un virus molto positivo impiantato nella mente delle persone."

Rubin ha anche sottolineato che si aspetta che la Cina continuerà a minare lo status del dollaro come valuta di riserva mondiale. Ma crede anche che il CBCD cinese avrà solo un piccolo impatto in questo senso. Ha sottolineato che la Russia e la Cina stanno lavorando duramente per non utilizzare il dollaro USA per condurre affari e trarre le seguenti conclusioni:

"Ci sono molte ragioni per cui l'influenza degli Stati Uniti sta diminuendo e può continuare a ridursi. Potrebbe non essere una brutta cosa, ma in qualche modo, questa sarà una brutta cosa. Penso che la speciale criptovaluta cinese non sia un fattore importante".

La Cina può "verificare se è disposta"

Rubin ha anche parlato della volontà della Cina di bloccare l'accesso delle persone alle valute digitali in concorrenza con i loro paesi d'origine, incluso l'ETH. Ha spiegato che la capacità del governo di bloccare l'uso di Ethereum in Cina dipende dall'andamento delle ispezioni approfondite dei pacchetti e dalla motivazione del paese a tale scopo.

Infine, ammette che il governo cinese può fare questo "qualunque cosa sia disposto a fare". Tuttavia, nuove tecnologie come la blockchain satellitare e le reti mesh possono ancora fornire un modo per aggirare la censura.

Quando gli è stato chiesto se ritenesse che l'implementazione cinese della CBDC avrebbe sovvertito gli interessi della blockchain o avrebbe abusato della trasparenza della blockchain per monitorare e controllare le transazioni di ciascun cittadino, Lubin ha dichiarato:

"La Cina è una società con le sue regole e una vasta base di clienti di 1,4 miliardi. Questa è una forza economica con cui è difficile competere. Penso che sia instabile. Penso che i leader abbiano sempre sentito la rivoluzione. Paura, quindi le persone devono essere relativamente felici a un certo livello di riferimento ".

Fonte: compilato da 0x informazioni da COINTELEGRAPH, originale: https://cointelegraph.com/news/ethereum-co-founder-hopefully-we-can-interoperate-with-chinas-crypto. Il copyright è di proprietà dell'autore e non può essere riprodotto senza autorizzazione. da

Fai clic per continuare a leggere da